I NOSTRI MAIN SPONSOR

SSC Napoli - primo piano

Sarri: “Scudetto? Possiamo fare meglio dell’anno scorso. Reina? E’ un riferimento per tutti”

Le sue parole

Maurizio Sarri ha parlato al Corriere della Sera:

Al terzo anno in un club che ambisce al traguardo più importante, lo scudetto.

“Toppo presto per dirlo, ma se tutti noi abbiamo deciso di continuare con il Napoli è perché sappiamo di poter dare di più dello scorso anno. Non mi piace fare calcoli inutili, mi muovo sempre per logica e questa oggi mi dice che possiamo andare avanti meglio. Le gerarchie del campionato probabilmente cambieranno, le due milanesi non potevano stare a guardare ancora e si stanno attrezzando. Mi incuriosisce il lavoro che Spalletti farà all’Inter. A noi toccherà non farci trovare spiazzati”

 È arrivato al Napoli, la squadra per la quale tifava da bambino, ha ottenuto risultati e ha avuto anche momenti difficili con il presidente De Laurentiis. Li ha gestiti con la solita franchezza o si è resa necessaria la diplomazia?

«Il presidente va accettato per quello che è. Ho scelto di interpretare il suo modo di essere e ho capito che le sue reazioni sono momentanee. Basta lasciarlo sbollire e la scena cambia. Ho iniziato con lui in un momento in cui mi cercavano diverse squadre e quando tutto sembrava fatto col Milan, è stato lui a fare la scelta più rischiosa e mi ha voluto al Napoli».

Ma che Reina non sia sul mercato le interessa?

«Quando sono iniziate a circolare voci su di lui, molti giocatori mi hanno chiamato dalle vacanze, volevano notizie. Capisci così quanto Pepe sia un punto di riferimento per questo gruppo e anche per me».

In futuro si vedrebbe all’estero?

«Mi piacerebbe. Se dovessi scegliere ora mi intrigano Spagna e Francia».

Qual è il giocatore cresciuto di più in questi due anni a Napoli? «Sono contento di tutti. Un nome?

“Insigne, nel suo ruolo il miglior giocatore italiano“.

Arrivato Ounas e presto a Dimaro arriveranno Mario Rui e Berenguer.

“Ounas l’ho visto in questi giorni, ha talento ma dovrà pian piano abituarsi al nostro gioco. Ci vorrà il tempo”

Sarri ha mantenuto lo zoccolo duro della squadra delle meraviglie. E aggiunge: sul dualismo Milik-Mertens: “Abbiamo ancora Milik che lo scorso anno ha giocato poco. Sono giocatori diversi, sarà il campo e il percorso che faremo a stabilire chi giocherà di più”

Print Friendly, PDF & Email

In merito all'autore

Ciro Novellino

Nato a Castellammare di Stabia, il 24 aprile 1984, è un giornalista pubblicista iscritto all'albo dei pubblicisti della Campania e all'Ordine Nazionale dei Giornalisti di Roma. Diplomatosi al Liceo Classico di Castellammare di Stabia ha conseguito la Laurea in Cultura e Amministrazione dei Beni Culturali prima e quella Magistrale in Archeologia e Storia dell'Arte poi, presso l'Università degli studi di Napoli 'Federico II'. Esercita la professione di giornalista da diversi anni con collaborazioni legate a Tuttojuvestabia, Calcio Napoletano e IlNapolionline. Prima ancora è stato redattore di CalcioNapoli24, alfredopedulla.com ed è attualmente caporedattore di Vivicentro.it e responsabile della pagina sportiva della SSC Napoli sullo stesso giornale. Grande appassionato di calcio, presenta da diversi anni anche un programma radiofonico, L'Orda Azzurra, su Vivi Radio Web

Aggiungi un commento

Clicca qui per commentare

Categorie

YOUTUBE

Iscriviti al nostro canale

Social

Categorie