SSC Napoli - esclusiva

ESCLUSIVA – Ale&Franz, a noi la parte rossonera. Francesco Villa: “Il Napoli ha tante armi, ecco cosa mi piace di Sarri. A Zelig scommetto con un tifoso azzurro, ma questa volta…Balotelli? Ci vuole la sfera di cristallo”

Una coppia che diverte, insieme da 20 anni circa. Ale e Franz fanno impazzire in tutti i loro spettacoli o apparizioni, film e tutto ciò che concerne la propria carriera. Alessandro Besentini e Francesco Villa, in rigoroso ordine alfabetico. Noi abbiamo raggiunto, in esclusiva per L’Orda Azzurra, la parte rossonera del duo, Francesco Villa, Franz:
 
Due giorni fa un ex Milan, David Beckham ha festeggiato i suoi 40 anni. Nel farlo ha anche dichiarato: “Spero che il Milan vinca la Champions in questa stagione”. Cosa vuoi dirgli?
“(ride, ndr) In questa? Cosa posso dirgli se non di usare droghe più leggere, ma tanto più leggere perché in questa stagione è un po’ dura. Mi accontento che la possa vincere in questi anni per riassaggiare il sapore di quelle vittorie. Con il senno di poi, quella sembrava una ‘squadretta’. Era l’ultimo anno di Ibrahimovic, ma eravamo abituati così bene che oggi la rimpiangiamo”.
 
Milan-Napoli può essere già una gara delicata per Mihajlovic?
“Il Milan penso, da tifoso, abbia bisogno di tempo per essere ricostruito. E’ stato smantellato frettolosamente cedendo riferimenti importanti come Thiago Silva. Mi piace Mihajlovic: una persona seria che non guarda in faccia a nessuno. Dispiace per Inzaghi, avrebbe potuto fare bene, ma è arrivato in un momento particolare. Tutte sono delicate le gare, con il Napoli è una partita prestigiosa, siamo tutti lì. Di solito scommetto con un mio amico di Zelig, tifoso del Napoli, sulla partita, ma questa volta non me la sono sentita”.
 
E del Napoli cosa mi dici? Chi toglieresti a Sarri?
“Il Napoli ha tante armi. Mi piace Sarri, si diceva che poteva venire anche da noi. Persona semplice e vera che non sempre incontri nel calcio. A breve i risultati arrivano a Napoli, sta prendendo una bella strada. Chi toglierei? Un bel po’, Higuain su tutti. Può toccare due palloni e fare due gol…”
 
Hamsik è stato in orbita Milan qualche anno fa, ti sarebbe piaciuto?
“Mi sarebbe piaciuto in quella squadra. E’ un giocatore di grande livello, anche se ultimamente ha avuto un calo fisico. E’ forte, sta bene a Napoli e fa bene a stare lì. Poi se vuoi costruire squadre forti, non puoi vendere i calciatori forti, così come si è trattenuto Higuain in questa stagione. Questo è l’errore che ha fatto la Juventus, perdendo tre pedine importanti e che ora sta pagando con grosse difficoltà”.
 
Quanto è importante l’unità in un gruppo? Ma soprattutto, questo Balotelli consentirà di averla per tutta la stagione?
“Ci vuole la sfera di cristallo. Credo che non lo sappia neanche lui. Un buon giocatore, ma è un ragazzo che a volte si perde. In questo momento sta facendo bene ed era da un po’ che faceva parlare di se non per il campo. Lo spero per lui, ma anche da tifoso, perché ha i numeri per fare bene in maglia rossonera”.
 
Con il tuo ‘dirimpettaio’ hai vissuto già quasi 20 anni, solo che lui è interista…
“Lui è interista ma per 17 anni non ha mai parlato. Stava in silenzio con la sua Inter defunta. Poi ha cominciato a vivere di rendita con i suoi 5 anni vincenti, due con Mourinho. Devo dire che anche l’Inter è partita bene e ha un buon progetto alle spalle. E’ nell’orbita di riprendersi, soprattutto anche grazie alla proprietà che ha investito in questo mercato. Da milanista, spero che non lavori così bene come nell’ultimo periodo di Moratti, solo questo…Questa storia del Triplete ha ‘scassato’ tutti. Quando l’Inter vinse la Champions, io non guardai la partita e fino allo scorso anno non avevo ancora visto una foto di Zanetti con la coppa tra le mani e mi ha fatto ancora effetto. Pensare che l’Inter potesse vincere la Champions era dura, ma c’era un bel lavoro, un bel gruppo e un bel progetto. C’è sempre programmazione quando si vince e niente succede per caso. Amo il calcio, ho giocato in Promozione e sono innamorato della Fiorentina in questa stagione. Sono cresciuti sempre più. Montella? Ha fatto il massimo che poteva fare, poi serve rinnovare”.
 
Nel 2005 avete fatto un film dal titolo La terza stella. Per i tifosi juventini è stata quasi una profezia… con gli anni si continua a pensare a quegli scudetti e non c’è occasione da perdere per tirarli fuori…
“La Juve è la Juve, è la storia del calcio italiano. La squadra che ha fatto meglio in Italia, mentre noi l’abbiamo fatto in Europa. Il calcio è sfottò, mi diverte questo, e amo vedere la Juve in difficoltà. Pensa che per ridere mando la classifica ai miei amici juventini. Godiamoci il momento perché non so quando ritornerà e quanto durerà. Poi sono contento che in Europa vada bene, così come tutte le italiane”.
 
Ale&Franz dove possiamo vedervi a breve?
“Verremo anche a Napoli. Iniziamo la tournée a novembre e in primavera saremo lì. Vi aspettiamo. Due anni fa, quando venimmo a Napoli, era di sabato sera e c’era stata una bassa affluenza di pubblico al nostro spettacolo. L’organizzatrice ci disse: ‘ma cosa pensate, stasera gioca il Napoli’, è meraviglioso l’amore che avete per la squadra e per questo sport. Una città che si blocca. Bello!”
 
a cura di Ciro Novellino
 
RIPRODUZIONE RISERVATA
 

About the author

Ciro Novellino

Nato a Castellammare di Stabia, il 24 aprile 1984, è un giornalista pubblicista iscritto all'albo dei pubblicisti della Campania e all'Ordine Nazionale dei Giornalisti di Roma. Diplomatosi al Liceo Classico di Castellammare di Stabia ha conseguito la Laurea in Cultura e Amministrazione dei Beni Culturali prima e quella Magistrale in Archeologia e Storia dell'Arte poi, presso l'Università degli studi di Napoli 'Federico II'. Esercita la professione di giornalista da diversi anni con collaborazioni legate a Tuttojuvestabia, Calcio Napoletano e IlNapolionline. Prima ancora è stato redattore di CalcioNapoli24, alfredopedulla.com ed è attualmente caporedattore di Vivicentro.it e responsabile della pagina sportiva della SSC Napoli sullo stesso giornale. Grande appassionato di calcio, presenta da diversi anni anche un programma radiofonico, L'Orda Azzurra, su Vivi Radio Web

Add Comment

Click here to post a comment

Categorie

YOUTUBE

Iscriviti al nostro canale

Social

Categorie