I NOSTRI MAIN SPONSOR

SSC Napoli - approfondimenti

Auguri Maurizio: Sarri festeggia il suo secondo Natale azzurro

Auguri Maurizio: Sarri festeggia il suo secondo Natale azzurro

Al Sorrento, qualche anno fa, i tifosi lo amavano e lo odiavo. “Bravo, per carità”, dicevanom ma c’è sempre qualcosa che non andava. Mai abbastanza Maurizio Sarri. Il pallone la sua passione, il lavoro in banca la sua realtà. Ci è voluto coraggio, tanto, per lasciare tutto. E tanta gavetta. Il tempo è stato suo alleato, la pazienza sua amica fedele, e adesso Maurizio giocherà gli ottavi di Champions League, contro il Real, per chiudere in bellezza un anno straordinario. Non male, insomma. Un anno che non vede solo il ritorno del Napoli nella coppa dei Campioni, o del secondo posto, ma anche una sua crescita personale, sotto tutti i punti di vista. Insomma, date a Maurizio ciò che è di Maurizio: grazie al suo aiuto Gonzalo Higuain è riuscito a battere il muro del 36 gol. Ha imparato a confrontarsi con grandi campioni; è migliorato dal punto di vista comunicativo, a confrontarsi con i giornalisti. Ha imparato, almeno in parte, a cambiare in corso d’opera, a far girare gli uomini. Il turnover è diventato una sua prerogativa, per richiesta di ADL, ma anche per necessità. L’anno scorso arrivare a Natale sarebbe stato già tanto per molti. Adesso, tutti si sono ricreduti. Il Napoli gioca il calcio più bello di Italia, ed in parte è merito suo. Sarri festeggia il secondo Natale azzurro, con la sensazione che ne possano essere tanti altri.

RIPRODUZIONE RISERVATA

Print Friendly, PDF & Email

Categorie

YouTube

Iscriviti al nostro canale