Motori

Ferrari: Podio meritato su circuito difficile. E Vettel chiede scusa per il terzo posto…

Hamilton festeggia le 41 vittorie e Rosberg ammette il terribile errore in partenza

SUZUKA – “Risultato molto soddisfacente? No, è un altro podio su un circuito molto difficile. Le gare molto soddisfacenti sono quelle come a Singapore, qui siamo stati bravi a reagire dopo il venerdì e il sabato mattina. Credo sia un podio meritato”. Così Maurizio Arrivabene, team principal della Ferrari, ha commentato la prestazione della Rossa nel Gran Premio del Giappone, chiuso con il terzo posto di Sebastian Vettel davanti a Kimi Raikkonen. “Se mi aspettavo qualcosa di meno? In realtà mi aspettavo qualcosa di meno viste le caratteristiche di questo tracciato, quindi diciamo che quando non vinci non va bene, ma in questo caso va bene così”, ha spiegato. “Se ci ha colti impreparati il pit stop in anticipo di Rosberg? No, si sarebbe potuto provare a fare una cosa molto aggressiva ma poi sarebbe stato un po’ pericoloso più avanti per le gomme, per cui va bene così”, ha aggiunto Arrivabene.

Vettel chiede scusa – “Sono andato al limite, non ho potuto fare di più e mi ‘scuso’ per non essere arrivato su un gradino più alto del podio”. Sebastian Vettel fa sfoggio di grande umiltà, parlando alla radio con i box, mentre è ancora al volante, subito dopo avere tagliato il traguardo del Gp del Giappone, alle spalle delle due Mercedes.
Il tedesco, dal podio, ha poi aggiunto: “E’ stato grandioso tornare qui, a Suzuka, sul podio: questa è la mia gara preferita, peraltro sono arrivato molto vicino al secondo posto.
Nel complesso è stata una gara combattuta, bella, è stato interessante vedere Hamilton e Rosberg che duellavano nella prima curva, io mi sono inserito, prendendomi momentaneamente il secondo posto. Siamo sulla strada giusta, è andata meglio di quanto ci aspettavamo”.

Raikkonen: “Dato il massimo” – Kimi ha spiegato che le ‘Rosse’ hanno “fatto il massimo, in relazione alla posizione di partenza”. “Abbiamo fatto il possibile, è andato tutto bene, ma potevamo fare pure meglio – sottolinea il finlandese -. Ovviamente vorremmo essere al vertice delle classifiche e non alle spalle delle due Mercedes, ma abbiamo fatto un lavoro straordinario nel corso di tutta la stagione; speriamo di fare meglio in futuro, dunque di fare altri passi avanti”.


Hamilton in festa – Lewis Hamilton vince, allunga ed eguaglia con 41 vittorie il proprio idolo Ayrton Senna. Non ci poteva essere risultato migliore a Suzuka. “Sono felicissimo perchè il team ha fatto un lavoro fantastico – afferma sul podio il britannico della Mercedes –  bella doppietta, ho fatto una bellissima partenza. Una gara speciale per me perchè adoravo vedere Ayrton guidare e non mi sembra neanche reale questo momento. Per noi è stato importante tornare davanti perchè le Ferrari sono state veloci nelle ultime gare, ci siamo concentrati al massimo e oggi la macchina era bellissima da guidare”.

Rosberg ammette l’errore – Nico Rosberg perde subito il vantaggio ottenuto dalla partenza in pole e chiude dietro il compagno di squadra Lewis Hamilton. “Lewis è partito neglio di me – afferma il tedesco della Mercedes – poi battaglia corretta nella prima curva, Lewis ha preso l’interno nella prima curva,  ha mantenuto la posizione e io ho dovuto alzare il piede. Il quarto posto non era accettabile, ho reagito e il secondo era il migliore che potevo ottenere. Il mondiale? Sta andando in modo sbagliato per me, oggi dovevo vincere, speriamno di farlo nella prossima gara”.

 

Categorie

YOUTUBE

Iscriviti al nostro canale

Social

Categorie