I NOSTRI MAIN SPONSOR

juvestabia - podio gialloblu

Il Podio Gialloblù di Juve Stabia – Foggia 4 – 1

Una Juve Stabia stratosferica asfalta il Foggia con un roboante 4 a 1 . Le Vespe annichiliscono i Satanelli in un Menti finalmente pieno e festante.

Il Podio Gialloblù

PODIO

Medaglia d’oro: a Matteo Liviero, tornato padrone della fascia sinistra. Già la scorsa settimana avevamo constatato la crescita del terzino sinistro rientrato dopo l’infortunio all’esordio stagionale di Livorno. La prestazione di ieri conferma come lo sfortunato inizio di stagione sia solo un brutto ricordo e come l’ex Lecce sia già un punto di riferimento della squadra. Il sinistro di Liviero è “arrogante” quando c’è la palla da scaraventare in rete, come in occasione della rete che sblocca il match, ed è poi morbidissimo quando la priorità è servire i compagni, come conferma Spider Ripa. Liviero sovrasta e quasi irride gli avversari sulla sua fascia con una netta superiorità tecnica e fisica e mai i pugliesi riescono a impedirgli la giocata. Semplicemente perfetto.

Medaglia d’argento: a Spider Ripa, che lancia un’altra ragnatela. La trasferta di Reggia ha rappresentato solo un episodio negativo della saga del super eroe gialloblù, che ha steso con il colpo del K.O. il Foggia. Ancora di testa, ancora con la specialità della casa, Spider fa esplodere il Menti, dimostrando che la tripletta di due settimane fa non è stata solo frutto di una piacevole serata positiva. Ripa partecipa a tutta la manovra della squadra, non limitandosi a sgomitare nell’area foggiana ma dando un contributo importante anche svettando a difesa della porta di Russo sui calci piazzati per gli ospiti. Ripa propizia inoltre la rete di Sandomenico con un tentativo di acrobazia; anche la giocata spettacolare é nelle corde di Spider..che il super eroe stia preparando una nuova mossa?

Medaglia di bronzo: a Nicolas Izzillo, ormai maturo e costante a 360 gradi. La menzione la meriterebbe anche Sandomenico, autore della terza rete gialloblù, ma scegliamo di premiare Nicolas. L’ex centrocampista dell’Ischia apre le danze con la serpentina, con doppio dribbling annesso, che spalanca la via del gol a Liviero. Il numero 19 è protagonista sia nella spada che nel fioretto, facendosi quindi trovare pronto sia nella fase di rottura del gioco avversario come nella costruzione di quello stabiese. Da applausi è la sintonia con cui Izzillo, Capodaglio e Mastalli si cercano e si trovano, facendo così girare tutta la squadra. Sempre più in crescita.

CONTROPODIO

Medaglia d’oro: ai “saluti” non proprio amichevoli tra i tifosi delle due squadre alla fine del match. Sembra infatti che sul Viale Europa ci siano stati lanci di bottigliette e tensioni tra i tifosi della Juve Stabia e del Foggia. In una serata che ha visto le Vespe in tutti i suoi elementi eclissare il Foggia, annichilito in campo e con la Curva Sud che ha dato spettacolo avanti ai tifosi rossoneri arrivati a Castellammare, non ha senso farsi prendere dalla tensione rischiando di rovinare una serata perfetta.

Medaglia d’argento: all’ingenuità di Zhivko Atanasav che ha portato alla rete dal dischetto Mazzeo. Che il rigore per i Satanelli sia dubbio è abbastanza palese, ma le giocate del difensore bulgaro, soprattutto nella ripresa, hanno a volte fatto tirare il fiato ai tifosi stabiesi. Da contraltare la fa sempre la grande generosità messa in campo dal bulgaro.

Medaglia di bronzo: agli infortuni di alcuni elementi che inizano a diventare cronici. Ancora una volta Zibert ed Amenta non sono stati della gara per noie fisiche. Sicuramente l’organico allestito dalla Juve Stabia per questa stagione è in grado di sopperire alla grande a molte defezioni, ma non vedere in campo un calciatore che suscita attese e curiosità come Zibert non può che destare rammarico.

Raffaele Izzo

Print Friendly, PDF & Email

In merito all'autore

Raffaele Izzo

Ciao a tutti! Sono nato il 20/10/1989 e, dopo aver frequentato il Liceo Classico di Castellammare, mi sono laureato l'8/10/2013 in Giurisprudenza presso l'Università degli Studi di Napoli Federico II. Attualmente lavoro come avvocato presso due studi legali, uno di diritto civile ed uno di diritto penale, di Gragnano e Castellammare.

Grazie a ViViCentro ho avuto la possibilità di coniugare le mie passioni per la Juve Stabia e per il giornalismo. Seguo infatti dal primo gennaio 2013 per questo giornale on line le Vespe, analizzando i match ne "Il Podio Gialloblù", con l'editoriale di inizio settimana, con la rubrica "Sotto la Lente" e con articoli quotidiani di avvicinamento alla partita del fine settimana. Per ViViCentro scrivo anche di cronaca, eventi ed attualità. Sono iscritto da giugno 2016 all'Ordine dei Giornalisti Pubblicisti.
Ciao a tutti e forza Juve Stabia!

Aggiungi un commento

Clicca qui per commentare

Categorie

YOUTUBE

Iscriviti al nostro canale

Social

Categorie