Ischia Calcio - news

BITETTO: ”LA VERA ISCHIA LA VEDREMO SOLTANTO QUANDO RECUPEREREMO FALL E ORLANDO,ABBIAMO RITROVATO LO SPIRITO GIUSTO”

L’Ischia dopo il mini ritiro svolto sull’isola di quattro giorni dopo le festività natalizie, nella giornata di ieri è ritornata sull’isola per svolgere l’ultima seduta di allenamento in vista dell’impegno casalingo di sabato contro il Cosenza allo stadio “Mazzella. Nel pomeriggio di ieri la squadra gialloblu ha svolto l’allenamento al Rispoli di Ischia,questa mattina invece ci sarà di consueto la rifinitura. Gli isolani domani pomeriggio sono attesi da un’importante sfida contro un avversario come il Cosenza. Mister Bitetto sembra essere sereno,che la sosta abbia portato di nuovo quel pizzico di entusiasmo. “Noi abbiamo sempre fatto sul serio,e ovvio che lo spirito è completamente nuovo. Abbiamo fatto un bel po’ di giorni di riposo,recuperando anche un po’ di convinzione rispetto al solito,proprio per farci trovare pronti in questa prima gara dell’anno nuovo”.

Per la gara contro il Cosenza, il reparto offensivo sarà ancora in grande difficoltà. Saranno assenti giocatori importanti come Orlando e Fall.Ci si attende un’Ischia guarita.

“L’Ischia guarita l’avremo quando ci saranno altre alternative in attacco. Adesso con il solo Kanoute e il giovane Manna siamo deficitari. Quando recupereranno Fall e Orlando,si potrà contare di rivedere quell’Ischia brillante. Come ho sempre detto l’emergenza continua o quasi,nel reparto offensivo ci ha fatto smarrire quell’identità iniziale che con molta cura e con molta disponibilità dei ragazzi si era creta sin dall’inizio della stagione”. L’anno nuovo per l’Ischia si aperto con l’acquisto di Spezzani,dove a breve firmeranno anche il portiere Modesti che ricoprirà il ruolo di vice Iuliano e il giovane centrocampista De Clemente classe ’97. Ma a questa squadra manca ancora qualche innesto importante.”Ci sono delle problematiche,è inutile nascondersi e non lo fa neppure la società. Per noi è difficile avere la disponibilità per poter operare, senza far uscire prima qualcuno. La rosa corta l’avevamo dall’inizio,poi c’è stata un’alternanza di infortuni e squalifiche che hanno ancor di più peggiorato la situazione. Se andranno via giocatori altri entreranno. La proprietà ha posto dei paletti ben definiti. Meglio impegnarsi,pur nella difficoltà,dando molto di più in una situazione sana con una società che possa arrivare fino alla fine della stagione,piuttosto che il contrario”. Un’Ischia che messa in campo con gli undici titolari è un’ottima squadra,ma se manca qualcuno si può sopperire una volta,ma non sempre come è successo fin’ora. “Il problema è solo li davanti,perché forse abbiamo bisogno più di disponibilità. Purtroppo Mancino è stato fuori per squalifica, Kanoute per qualche piccolo problema muscolare, Fall non l’abbiamo avuto già dall’inizio,Orlando è arrivato in ritardo e poi si è fermato, e il giovane Manna ha bisogno di fare il suo percorso di crescita”. Una difesa quella dell’Ischia abbastanza solida all’inizio della stagione,ma poi ha iniziato a subire reti anche in maniera pesante basti pensare che in tre partite sono stati incassati 12 gol.”In difesa qualche problema è sorto e dobbiamo cercare di cambiare qualche situazione di gioco, che ci possano permettere di far tornare la squadra che avevamo prima”. Nel mercato in entrata, allora ci aspetteremo soltanto qualche scambio,visto le difficoltà della società. “Qualcosa si dovrà fare, e qualche iniziativa si sta già intraprendendo per qualche possibile scambio. Verranno concretizzati soltanto dopo la partita contro il Cosenza,tranne per il vice Iuliano che potrebbe firmare a breve”. In queste ultime settimane si è parlato di un giocatore che fa gola a diverse società di calcio,stiamo parlando di Nicola Mancino con il suo futuro che sembrava lontano da Ischia,ma mister Bitetto ha dichiarato che il fantasista ex Casertana resterà ad Ischia. “ Mancino è un nostro giocatore-commenta Bitetto- e resterà con noi. In questo mese di calciomercato può succedere di tutto,ci sono sempre dei rumors che possono sempre danneggiare la grande forza e volontà di rimanere in una squadra. Io,però mi affido sempre alla professionalità dei calciatori. Fino a quando sono qui,devono esserci con la testa,con le gambe e con la grande passione che tutti i calciatori dovrebbero sempre avere”. Mancino in avvio di seduta,si è fermato e c’è stato un po’ timore di non poterlo vedere in campo sabato contro il Cosenza. “Si,si è fermato in via precauzionale,perché ha avvertito un risentimento al punto gli dava fastidio l’altro ieri”. Sabato come dicevamo prima,c’è l’impegno casalingo contro il Cosenza,un avversario da non sottovalutare. “ E’ una realtà ottima,con un presidente con buone risorse finanziare, visti i movimenti di mercato effettuati fin ora. Hanno creato una rosa solida e importante per questa categoria. Il Cosenza non sarà squadra da vertice,ma sono meritatamente nelle zone nobili della classifica”.

Categorie

YOUTUBE

Iscriviti al nostro canale

Social

Categorie