Nord - terza pagina

CTB, Brescia: ”Maryam” martedì 7 e Mercoledì 8 marzo ore 20,30 (Diana Marcopulopulos)

Maryam

Teatro delle Albe/Ravenna Teatro
In collaborazione con Teatro de Gli Incamminati/deSidera
presenta

MARYAM
Testo di Luca Doninelli

Ideazione, spazio, costumi e regia di Marco Martinelli e Ermanna Montanari
musica Luigi Ceccarelli – regia del suono Marco Olivieri
disegno luci Francesco Catacchio
consulenza e traduzione in arabo Tahar Magnani – in video Khadija Assoulaimani
voci e percussione in audio Marzouk Mejri
realizzazione video Alessandro Renda – realizzazione musiche Edisonstudio Roma
Con
ERMANNA MONTANARI , tre volte Premio UBU come migliore attrice.

L’idea di scrivere questo testo teatrale su Maria, Luca Doninelli se la portava dentro da anni , precisamente dal lontano 2005 quando andò a visitare la Basilica dell’Annunciazione di Nazareth. Lo colpì molto una fila interminabile di donne musulmane che entravano nella basilica per rendere omaggio alla Madonna . Una enorme e solenne devozione che Doninelli non la dimenticò più a tal punto da scrivere un testo teatrale nel momento in cui si creò l’occasione…”..Maryam ruota intorno alla figura della Madre di Gesù, quella che nel Corano è definita “la veritiera”, figura centrale anche nella cultura islamica. In tempi di terrorismi e di ferocia, Maryam si pone come la “donna dell’incontro”, un ponte tra cristianesimo, islam e cultura contemporanea…”

Ermanna Montanari dà voce a tre donne palestinesi che condividono con Maria il dolore per la morte dei figli e dei fratelli dovute all’ingiustizia e agli orrori del mondo. Madri che si rivolgono a lei per chiedere consolazione, o per gridare la propria rabbia, per reclamare vendetta, o semplicemente per invocare una risposta al perché della guerra e della violenza. La invocano come accade in tanti santuari musulmani del Medio Oriente e del Maghreb. Ed è infine Maryam stessa ad apparire e a condividere, madre tra le madri, il dolore di quelle donne.

La drammaturgia musicale, un intarsio elettroacustico di Luigi Ceccarelli, compositore-totem delle Albe, attinge da suoni di guerra, dall’affiorare di motivi arabi nelle vibrazioni ascendenti delle architetture sacre. La prima collaborazione tra le Albe e Luca Doninelli risale a La mano, nel 2005, quando Ermanna Montanari interpreta una potente Isis, ricavata con la drammaturgia di Marco Martinelli dall’omonimo romanzo dell’autore.

Diana Marcopulopulos

copyright-vivicentro

Categorie

YouTube

Iscriviti al nostro canale