Nord - cronaca

Morta di parto a Torino, l’ospedale: complicanza rarissima e imprevedibile

La precisazione del Sant’Anna dopo la visita degli ispettori del ministero

Torino, 30 dicembre 2015 – La morte durante il parto di Angela Nesta e della sua bambina all’ospedale Sant’Anna di Torino sarebbe legata a una “complicanza rarissima e imprevedibile”. Ad affermarlo è lo stesso nosocomio, che oggi ha ricevuto gli ispettori ministeriali. Secondo l’ospedale, “non vi sono state criticità cliniche e strutturali da parte di personale o struttura”. Ieri, la Procura di Torino aveva aperto un fascicolo con l’ipotesi di omicidio colposo, a carico di ignoti, per il decesso della 39enne e della bimba che portava in grembo. In programma per oggi l’autopsia sulla donna da parte del medico legale Valter Declame.

Nel corso dell’ispezione della Task force istituita dal Ministro della Salute, Beatrice Lorenzin, solitamente attivata in casi di sospetti errori sanitari, e composta da rappresentanti di Ministero, Agenas, Nas, Regioni e Società Scientifiche, è stato verificato il percorso clinico della persona assistita. Presenti al sopralluogo anche dirigenti e sanitario della Città della Salute e della Scienza di Torino, l’asl di cui fa parte l’ospedale Sant’Anna. Al termine, gli ispettori si sono riservati di presentare una dettagliata relazione al Ministero della Salute. Ma nel frattempo l’ospedale ha pensato bene di divulgare questa precisazione circa le cause della morte della donna.

Nel frattempo ieri sera a Bassano del Grappa si è verificata un’altra tragedia. Una mamma vicentina di 35 anni e il bambino che stava per dare alla luce sono morti. La donna, Marta Lazzarin, residente nella cittadina del Grappa, manager nel settore dei viaggi turistici, era al settimo mese di gestazione ed è morta in ospedale, dove era ricoverata per complicanze. Mentre il feto era probabilmente già morto precedentemente.

/quotidiano

Categorie

YOUTUBE

Iscriviti al nostro canale

Social

Categorie