Isole - opinioni LoPiano-SaintRed

Tormentone Inverno – Primavera 2017 (Lo Piano Saintred)

Tormentone Inverno – Primavera 2017 (Lo Piano Saintred)
Tutti i diritti sono riservati. È vietata la riproduzione anche parziale dell opera, in ogni forma e con ogni mezzo in assenza della menzione della fonte.
La Direzione del PD ha approvato il regolamento congressuale, le primarie per l’elezione del nuovo Segretario  si svolgeranno il 30 Aprile.

Siamo alla fine del tormentone Inverno – Primavera che ha coinvolto in prima persona i maggiori esponenti del Partito.

La data è stata votata all’unanimità, i Sì sono stati 104, 3 i voti contrari,  2 gli astenuti, la decisione è stata annunciata dal vice Segretario Dem Lorenzo Guerini. Dopo le primarie, il nuovo segretario sarà proclamato dall’Assemblea Nazionale il 7 maggio.

Le candidature alla segreteria dovranno essere depositate entro il 6 marzo.

Attualmente gli ipotetici candidati sono quattro, sempre che non si aprano nuovi scenari politici all’interno del PD, oltre all’ex Premier Matteo Renzi, hanno dato la propria “disponibilità” Michele Emiliano, il Ministro della Giustizia Andrea Orlando e il segretario cittadino di Torino dei moderati Carlotta Salerno

In un clima politico arroventato da mesi di incomprensioni, incomunicabilita’, mancanza di dialogo, si svolgera’ l’ultima fase di una spaccatura politica senza precedenti creatasi intorno ad un Partito fondato il 14 Ottobre del 2007 da Walter Veltroni e avente avuto come Segretario Matteo Orfini.

Con questa spaccatura politica potrebbe essere messa in pericolo la stessa maggioranza del Governo di Paolo Gentiloni? ..ma parliamoci chiaro, siamo quasi a fine legislatura, per cui sara’ difficile che i Parlamentari in carica possano rinunciare al profumato vitalizio che li accompagnera’ per tutto il resto della loro vita. Chi farebbe karakiri rinunciando ad uno stipendio da favola, facendo in modo che il Governo venga mandato a casa prima del 30 Settembre.. ?

Fra i Parlamentari e i milioni di comuni mortali lavoratori italian,i l’unica differenza sta nei tempi, per un Deputato bastano poco piu’ di 3 anni per avere un vitalizio milionario a vita, mentre per un lavoratore non bastano 40 anni perché vada in quiescenza con uno stipendio da fame.

Nelle prossime elezioni il popolo sapra’ tener conto di questi “piccoli e insignificanti” particolari, mettendo una lapide su tutti i parlamentari che hanno dato il loro fattivo contributo allo sfacelo della nostra cara e amata Italia.

Mauro Lo Piano e Saintred

copyright-vivicentro

Print Friendly, PDF & Email
Tutti i diritti sono riservati. È vietata la riproduzione anche parziale dell opera, in ogni forma e con ogni mezzo in assenza della menzione della fonte.

Categorie

YouTube

Iscriviti al nostro canale