I NOSTRI MAIN SPONSOR

Centro - cronaca

Uccise Vanessa Russo con l’ombrello, sospesa semilibertà a Doina Matei dopo foto su Facebook

Doina Matei Combi
La decisione del giudice di sorveglianza di Doina Matei, Venezia. L’omicidio avvenne in un tunnel della stazione Termini di Roma nel 2007

È arrivato nella tarda serata di martedì, intorno alle 20.30, nello studio dell’avvocato Nino Marazzita il decreto con cui il giudice di sorveglianza di Venezia ha disposto una sospensione temporanea della semilibertà per Doina Matei. La 30enne romena che il 26 aprile del 2007 uccise Vanessa Russo conficcandole la punta dell’ombrello nell’occhio dopo una lite nei tunnel della metro di Roma, dovrà attendere la fissazione della prossima udienza per sapere se la misura sarà confermata o meno.

“Chiederemo di ripristinare la semilibertà ovviamente – spiega il legale – in fondo si tratta solo di una sospensione, una decisione che fortunatamente non ha un peso schiacciante. Aspettiamo che venga fissato l’incontro con il giudice”. A scatenare il web, tra insulti e minacce di morte, e l’indignazione dei parenti della 22enne uccisa 9 anni fa erano stati gli scatti di Doina Matei su Facebook: al mare in laguna, dove lavora per una coop che si occupa di assistenza ai turisti, in pasticceria e in top e calzoncini. Sempre e comunque sorridente. “Al giudice – conclude l’avvocato – chiederò di imporre una minore esposizione mediatica per la mia assistita”.

Appresa la notizia della sospensione della semilibertà, il padre della vittima: “Ho controllato questa mattina e non c’è più quel profilo Facebook. Se torna in carcere è già qualcosa. Ma ho i miei dubbi. Stiamo a vedere cosa succederà. Per essere una vera vittoria, dovrebbe farsi i 16 anni com’era stato deciso in Cassazione”

vivicentro.it-centro-cronaca / Uccise Vanessa Russo con l’ombrello, sospesa semilibertà a Doina Matei dopo foto su Facebook di LORENZO D’ALBERGO

Print Friendly, PDF & Email

Categorie

YOUTUBE

Iscriviti al nostro canale

Social

Categorie