I NOSTRI MAIN SPONSOR

Politica

Comunali, la sfida della Meloni a Silvio Berlusconi

Comunali, la sfida della Meloni a Silvio Berlusconi
Salvini: “Puntiamo al ballottaggio con lei”. Silvio Berlusconi: “Bertolaso vince”

L’ex Cavaliere Silvio Berlusconi: “Frase sulla gravidanza strumentalizzata in maniera meschina”. Alle 12 la leader di Fratelli d’Italia è attesa al Pantheon: decide di candidarsi con l’appoggio di Salvini

In attesa di sciogliere la riserva sulla sua candidatura, Giorgia Meloni incassa il sostegno incondizionato di Matteo Salvini, che punta a portarla al ballottaggio con il sostegno di tutto il centrodestra. Mentre Silvio Berlusconi non arretra su Guido Bertolaso, che a suo dire “vincerà di sicuro”. Uno scontro, quello fra il leader della Lega e quello di Forza Italia, che assomiglia a un “parricidio” e segna lo sgretolamento del centrodestra a Roma, con probabili ricadute anche sul piano nazionale. Sebbene Salvini smentisca questa ipotesi: “Le questioni locali non incidono su quello che va bene altrove. Non credo ci saranno ricadute – assicura parlando alla Camera in conferenza stampa – a Milano la Lega starà con Parisi”.

Tornando alla Capitale, il segretario del Carroccio chiarisce la sua strategia: “Il nostro obiettivo è arrivare con Giorgia Meloni al ballottaggio, a quel punto, se il centrodestra vuole unirsi sarà unito e i romani ci daranno una mano”. Viceversa, se Meloni non dovesse farcela,  “voterei Movimento 5 Stelle al ballottaggio con il Partito Democratico”, conclude Salvini.

Il no di Berlusconi. Giorgia Meloni “non ha nessuna possibilità di diventare sindaco di Roma”. Silvio Berlusconi va all’attacco di prima mattina ospite di Maurizio Belpietro a ‘La telefonata’ su Canale 5. L’ex premier parlerà con la presidente di Fratelli d’Italia, “ma non ho speranza di convincerla”, perché “io sono vecchio, ormai con l’esperienza e so benissimo che le donne fanno sempre quello che dicono loro”. Ha liquidato come “meschina strumentalizzazione” la polemica sulla gravidanza del leader di Fratelli d’Italia come ‘controindicazione’ alla corsa al Campidoglio. Ribadendo il concetto anche su Twitter:

: la Meloni sa benissimo che oltre ad affrontare una dura campagna elettorale non diventerà sindaco di Roma

Berlusconi in tv, poi, è tornato ad attaccare la Lega e Salvini: “I leghisti di Roma sono tutti ex fascisti e hanno liti tra di loro che sbocciano tutti i giorni – ha proseguito Silvio Berlusconi – Bisogna chiedere a Salvini a cosa punta, io preferisco pensare che si è fatto male consigliare dai suoi e trascinare in una logica di conflitti locali”. E un anno fa, in piazza del Popolo durante il comizio del leader della Lega Nord, erano spuntate croci celtiche, cartelloni con l’effige di Mussolini e striscioni con simboli di estrema destra (foto).

Berlusconi: ”Leghisti a Roma sono tutti ex fascisti in lite tra loro”

“Mi chiedete se sono antifascista? Fascismo e comunismo sono morti. Sono antifascista come sono anticomunista – ha risposto a distanza Matteo Salvini ad Agorà su RaiTre – Se qualcuno pensa davvero che possano tornare fascismo e comunismo va aiutato, va abbracciato”.

A chiedere la candidatura di Giorgia Meloni è stato il suo partito, Fratelli d’Italia. Lei si è presa 24 ore di tempo per pensarci e consultarsi con gli alleati ma è quasi certo, salvo ripensamenti dell’ultima ora, oggi verrà annunciata la sua candidatura con un conferenza stampa ufficiale. Molto probabilmente alle 12, quando incontrerà cittadini e simpatizzanti di FdI in piazza della Rotonda al Pantheon.

Print Friendly, PDF & Email

Categorie

YOUTUBE

Iscriviti al nostro canale

Social

Categorie