Cronaca

Turchia: attentato ad Ankara, almeno 20 morti e 100 feriti

Esplosione vicino alla stazione prima di marcia pacifista. Probabile attacco kamikaze

ANKARA –  Un’eplosione si è verificata oggi nel centro di Ankara durante una manifestazione sindacale per la pace in Turchia causando 20 morti e un centinaio di feriti. L’attentato è avvenuto di fronte alla stazione ferroviaria centrale della capitale turca. E’ successo nel punto in cui doveva transitare un corteo pacifista per chiedere la fine del conflitto con i separatisti curdi del Pkk. Le vittime sono per lo più manifestanti e tra i corpi c’erano molti striscioni e bandiere.

Fonti del governo turco hanno confermato che si tratta di un attacco terroristico e hanno riferito che si stanno verificando le indicazioni secondo cui l’autore sarebbe un kamikaze. Il premier, Ahmet Davutoglu, ha convocato una riunione d’urgenza con i vertici della sicurezza. Il primo novembre si terranno elezioni decisive per Erdogan.

La polizia è intervenuta con i gas lacrimogeni e spari in aria per disperdere i manifestanti che avevano attaccato un’auto della polizia dopo le esplosioni. La manifestazione, a cui erano accorse migliaia di persone, era stata organizzata dai sindacati di sinistra Disk e Kesk, dal partito moderato curdo, dalle opposizioni e dagli ordini degli ingegneri e dei medici.

Categorie

YOUTUBE

Iscriviti al nostro canale

Social

Categorie