Cronaca

Siria, intensi raid russi sulla provincia di Hama. Mosca: “Pronti ad accettare proposta Usa coordinamento”

Ministro della Difesa russo: “Concordare dettagli tecnici”. Attacco dell’esercito lealista verso il regime di Assad  contro le postazioni dei ribelli

BEIRUT – Un’intensa ondata di raid russi ha colpito stamane la provincia siriana di Hama e le zone limitrofe, nella vicina provincia di Idlib, nell’ovest del Paese Lo ha reso noto l’Osservatorio siriano per i diritti umani, aggiungendo che ci sono stati pesanti bombardamenti con missili terra-terra. Lo riferiscono i media internazionali. Contemporaneamente ai raid aerei russi è in corso un pesante attacco dell’esercito lealista verso il regime di Assad  contro le postazioni dei ribelli.

INTERATTIVO Le luci spente della guerra

Gli attacchi, secondo l’Osservatorio, hanno preso di mira nella provincia di Hama le città di Kafr Zita, Kafr Nabudah, al-Sayyad e il villaggio di al-Lataminah, e nella provincia di Idlib le città di Shaykhun e Alhbit. La maggior parte della provincia di Idlib è nelle mani di un’alleanza di ribelli che include il Fronte Nusra, gruppo legato ad al-Qaeda, insieme ad altre fazioni islamiste.

Intanto, il ministero della Difesa russo potrebbe accogliere la proposta del Pentagono sul coordinamento nella lotta allo Stato islamico. Lo ha dichiarato il portavoce del dicastero, Igor Konashenkov, spiegando che la Russia ha valutato la proposta e che sono rimasti da discutere solo i dettagli tecnici. Il ministero della Difesa russo ” ha esaminato in modo operativo le proposte degli americani sul coordinamento delle azioni nella lotta contro il gruppo terrorista dell Is sul territorio della Siria. – ha dichiarato Konashenkov, citato dalla Ria Novosti – In generale queste proposte possono essere adottate. Bisogna solo definire alcuni dettagli tecnici che saranno discussi oggi dai rappresentanti del ministero della Difesa raso e del Pentagono, ha aggiunto.

VIDEO Boldrini: bombe italiane? Governo riferisca in aula

Categorie

YOUTUBE

Iscriviti al nostro canale

Social

Categorie