Attualità

Dj Fabo ”libero ed in pace”: ha scelto l’eutanasia

Morto Dj Fabo
Rinvii, discussioni ed emendamenti. La corsa a ostacoli del biotestamento

È morto dj Fabo, ha scelto l’eutanasia

L’annuncio di Marco Cappato, che l’ha accompagnato nella clinica svizzera: «Ha scelto di andarsene rispettando le regole di un Paese che non è il suo»

«Fabo è morto alle 11.40. Ha scelto di andarsene rispettando le regole di un Paese che non è il suo». L’annuncio diffuso su Facebook è di Marco Cappato, l’esponente radicale che ha accompagnato l’uomo in una clinica Svizzera, dove ha scelto di mettere fine al dolore con l’eutanasia.

L’ultimo messaggio del dj di 39 anni rimasto cieco e tetraplegico dopo un grave incidente stradale era stato registrato poche ore prima. «Sono finalmente arrivato in Svizzera e ci sono arrivato, purtroppo, con le mie forze e non con l’aiuto del mio Stato. Volevo ringraziare una persona che ha potuto sollevarmi da questo inferno di dolore, di dolore, di dolore. Questa persona si chiama Marco Cappato e lo ringrazierò fino alla morte. Grazie Marco. Grazie mille».

Negli ultimi giorni dj Fabo (Fabiano Antoniani) aveva lanciato appelli allo Stato italiano e accuse contro un Paese «che mi ha lasciato solo con la mia tortura infinita». La decisione di scegliere «la dolce morte» in Svizzera è maturata dopo il terzo rinvio della legge sul testamento biologico. Con la poca mobilità della bocca che gli restava, Fabo ha accusato i parlamentari, sostenendo che «è una vergogna» che nessuno di loro «abbia il coraggio di mettere la faccia per una legge che è dedicata alle persone che soffrono» e li obblighi a essere «schiavi di uno Stato che ci costringe ad andare all’estero per liberarci di una tortura insopportabile e infinita».

vivicentro.it/attualità
vivicentro/Dj Fabo ”libero ed in pace”: ha scelto l’eutanasia
lastampa/È morto dj Fabo, ha scelto l’eutanasia

Categorie

YouTube

Iscriviti al nostro canale