I NOSTRI MAIN SPONSOR

Attualità LoPiano-SaintRed

Una Sforbiciata Democratica (Mauro Lo Piano)

JP Morgan
Renzi, se dovessero vincere i Si, sarebbe leggittimato a dare una bella sforbiciata alla nostra Democrazia, ridurre il numero dei Senatori, abbatterne i costi, portare l’Italia ad attuare le riforme “necessarie” perche’ si possa cambiare rotta dopo 30 anni di immobilismo politico.
Se pensate che queste riforme siano state partorite dalla fervida intelligenza Renziana e dai suoi fedeli Ministri, c’e’ qualche dubbio, vi e’ stato  lo zampino di un Potere Bancario talmente forte da poter sconvolgere in qualsiasi momento l’economia di potenti Nazioni, parlo della JP Morgan, Societa’ finanziaria con sede a New York, leader nei Servizi Finanziari Globali.
Molti non ricorderenno o non ne hanno mai avuto conoscenza di cio’ che arrivo’ sul tavolo del Governo Italiano nell’estate 2013. La JP Morgan, storica Societa’ finanziaria statunitense (con Banca inclusa), scrisse nero su bianco quella che avrebbe potuto essere la giusta ricetta per risollevare l’economia degli Stati dell’Eurozona.
Il consiglio dato al Governo Italiano dalla JP Morgan, era quello che per sopravvivere alle crisi finanziaria, sarebbe stato giusto liberarsi dell’a nostra obsoleta Costituzione antifascista.
In questo documento chiamato “aggiustamenti nell’Area Euro”, datato 28 Maggio 2013, firmato dalla JP Morgan, si fa riferimento alla necessita’ di intervenire politicamente nei vari Stati Europei,e di cambiare quelle Costituzioni (come quella Italiana), che non siano in grado di farne decollare l’economia.
Sempre secondo la JP Morgan, i Sistemi Politici italiani hanno esecutivi deboli nei confronti del Parlamento, Governi centrali deboli nei confronti delle Regioni, “troppe” tutele costituzionali nei confronti dei diritti dei lavoratori, “troppi” diritti di protesta, Stampa “troppo” libera. E’ “giusto” che nei sistemi dittatoriali, sia necessario imbavagliare prima la Stampa, poi soffocare ogni diritto del Cittadino.
Leggendo questo documento si capisce quale sia il vero interesse della potente Lobby bancaria: distruggere ogni forma di Democrazia e tornare ai sistemi Dittatoriali.
Letta e Renzi, sono figli dello stesso partito, fatti della stessa pasta, anche se Letta ha avuto poco tempo per prendere decisioni importanti, la sua meteora politica duro’ dal 28 Aprile 2013 al 22 Febbraio 2014, era Primo Ministro nel momento in cui la JP Morgan porto’ “l’incartamento” e sicuramente ne avra’ presa visione. Renzi al contrario ne capi’ l’importanza, la sua volonta’, il suo accanimento a cambiare la Costituzione, lo si deve al suo legame ai poteri forti dell’alta finanza,
Matteo che sta facendo i compiti assegnatili dalla potente Banca d’Affari Statunitense, ha havuto un ottimo maestro, Tony Blair, l’ex Primo Ministro inglese che una volta andato in pensione politica, guadagna un mare di soldi come consulente speciale di JP Morgan.
Nel 2012 a Palazzo Corsini (Firenze), si incontrarono a cena Tony e Matteo, chi organizzo’ l’incontro?
Nel 2014 i 2 “amiconi” Tony e Matteo si sono rivisti a Londra, in quell’occasione in un’intervista a Repubblica, Tony disse che Renzi aveva in mente uno splendido programmma di riforme per cambiare il Paese e rilanciare l’economia….. guarda un po’ sono le stesse riforme che aveva scritto la JP Morgan nel “lontano” 2013.
E non finisce qui’ :
Per quanto riguarda l’affare della Bad Bank :
La Bad Bank aveva avuto in gestione i crediti deteriorati delle 4 Banche dell’Apocalisse, poste in liquidazione coatta amministrativa; le loro sofferenze erano state valutate al 17% della loro quota nominale, sul mercato ne valevano almeno il 13% in piu’. Una bella gallina dalle uova d’oro che andava spennata al piu’ presto, ebbene  sapete chi e’ stato scelto dal Governo Renzi come consulente per quell’affare? la JP Morgan.
Solo che questa Societa’ mentre dava consigli al Governo su come uscire da questo empasse economico, consigliava ai propri clienti di evitare le Banche Italiane, mica scema questa JP Morgan.
Dulcis In Fundo :
Nel 2015 la JP Morgan ha preso una multa da 342 milioni di euro dalle Autorita’ americane per le loro manipolazioni operate su Libor e Forex, il Libor fa parte di quei tassi d’interesse che incidono notevolmente sul mercato finanziario, sia sugli investimenti nel Forex.
Se cio’ non bastasse, il Governo americano ha chiesto alla JP Morgan un indennizzo di 13 Miliardi di dollari per i mutui Sub Prime, uno scandalo scoppiato negli Stati Uniti nel 2006, una cifra colossale di risarcimento mai chiesta al Mondo, speriamo in un buon fine di questa “pratica”, mentre si auspica una cattiva fine per la modifica della nostra Costituzione.
MAURO LO PIANO
Un sentito ringraziamento va a Gino Gatto che mi ha fornito notizie utili per la stesura di questo articolo.

vivicentro/blogger/Una Sforbiciata Democratica. Mauro Lo Piano

Print Friendly, PDF & Email

Categorie

YOUTUBE

Iscriviti al nostro canale

Categorie